Curiosità
Le Oasi
Oasi sta per indicare un luogo fertile nel deserto, il che presuppone che sia il posto dove affiorano alla superficie le acque artesiane che si trovano sotto il Sahara.

Ben difficile in natura trovare contrasti così forti come quello tra il giallo e il marrone intensi del deserto e il verde vivido dell’oasi.

Al di là di tutto questo è il senso di pace e di ristoro che si ricava dopo il primo approccio con questo mondo fatto di aridità e di calore.

E’ un giardino in mezzo al deserto dove si coltiva e cresce di tutto.Palme da dattero, pomodori, fichi, albicocche, cipolle, cetrioli, melograni, melanzane, zucche, mais, orzo, avena, olivi., mandorli, banani.
Ogni superficie coltivata ha un pozzetto indipendente che alimenta il canale principale del sistema d’irrigazione. Sui piccoli fazzoletti di terra disegnati dalla fitta rete dei canali, frutta e verdura, vengono seminati in modo da garantire una varietà di raccolto durante tutto l’anno.

Nei fertili e angusti lotti strappati con forza al deserto, che avanza inesorabilmente, le piante crescono non solo una accanto all’altra, ma addirittura le une sulle altre.